fbpx

Franchising, cosa conviene aprire?

Una delle domande che popolano il web è: cosa conviene aprire in franchising?

I neo-imprenditori sono alla continua ricerca di suggerimenti e consigli per scoprire quale attività franchising presente sul mercato è più conveniente. In sintesi, quale attività conviene aprire per guadagnare più facilmente.

In qualità di esperto di franchising vorrei fare un po’ di chiarezza perché credo sia utile far conoscere alcuni aspetti importanti a chi sa poco o nulla in merito al franchising.

Bisogna dire innanzi tutto che il franchising è un settore in continua crescita in Italia e all’estero. Ad oggi il franchising è la soluzione più sicura che sostiene e favorisce l’auto impiego.

Un settore giovane e con grandi numeri

In Italia il franchising è indicatore di crescita e di sviluppo economico.

Coloro i quali contribuiscono maggiormente alla crescita del franchising sono i giovani. Infatti negli ultimi anni si sono affiliati al franchising persone con una fascia di età che va dai 25 ai 45 anni.

Il franchising ha un giro di affari che si aggira intorno a 25 milioni di euro l’anno e con circa 206 mila occupati, persone che lavorano grazie al franchising.

I settori merceologici che attraggono i neo-imprenditori sono principalmente: servizi, abbigliamento e a seguire la ristorazione. Dati Assofranchising, fonte: https://assofranchising.it/il-franchising.html

Dai numeri prodotti ogni anno dal franchising si evince che è un settore fiorente e che conviene aprire un’attività in franchising per intraprendere un lavoro in proprio.

Detto questo, voglio però soffermarmi alla domanda iniziale: franchising, cosa conviene aprire?

Non c’è un franchising che conviene più dell’altro!

Prima di aprire qualsiasi attività in proprio è bene analizzare tanti aspetti, sia di natura economica e soprattutto di natura psicologica.

In questa fase un consulente di franchising può essere molto di aiuto.

Ogni marchio e ogni rete distributiva in franchising ha delle caratteristiche peculiari che dovranno essere configurate con chi decide di diventare imprenditore e affiliarsi alla rete franchising.

Prima di affiliarsi al franchising, il neo-imprenditore dovrà essere sottoposto a delle riflessioni per capire bene se davvero ha tutte le caratteristiche psicologiche per diventare innanzitutto imprenditore.

Al di la dei soldi da investire per aprire un’attività in franchising, è bene capire se l’affiliato è disposto a seguire e rispettare ciò che il franchising, o meglio il franchisor impone da contratto.

Esempio:

Se decidi di aprire un negozio di scarpe in franchising devi sapere che non puoi fare ciò che vuoi. Devi attenerti ad un manuale operativo che ti viene fornito dopo aver firmato il contratto di franchising per spiegarti tutto ciò che devi fare per gestire al meglio l’attività secondo le regole del franchising.

Ci tengo a precisare che il franchising non è per tutti e se sei una persona che non ama le regole non c’è un franchising che conviene “per te”!

Se invece volessimo considerare la convenienza del franchising analizzando i settori più redditizi, dovremmo attenerci sicuramente ai dati di mercato.

Attenzione però a fidarsi troppo dei numeri

Non è così ragionevole aprire un’attività e lanciarsi in un nuovo settore merceologico solo perché i numeri evidenziano una crescita di nuove imprese nel settore dei servizi ad esempio. Alla base c’è la persona e le sue potenzialità!

Le domande che un potenziale affiliato dovrebbe porsi, prima di stabilire quale sia il marchio franchising o il settore che conviene, sono:

Io, cosa voglio fare? Quale business mi convince di più, considerando le mie competenze e predisposizioni professionali e psicologiche? Ho i soldi necessari per aprire quel tipo di attività o forse e meglio valutare altro?

ATTENZIONE!

Queste domande rientrano in una fase riflessiva e di auto-analisi. È una delle fasi più delicate quando si decide di diventare imprenditori.

A tal proposito, preferisco ribadirlo ancora una volta che conviene affidarsi ad un consulente di franchising prima di investire dei soldi in un’attività che magari potrebbe non essere quella giusta e potrebbe non convenire all’affiliato.

In questo post ho voluto chiarire alcuni aspetti del franchising e sul perché non sia utile chiedersi quale franchising conviene aprire, ma come sia più ragionevole conoscere le proprie attitudini imprenditoriali e possibilità economiche.

Nei prossimi post seguiranno altri aggiornamenti e curiosità del settore. Continua a seguire le pagine del mio blog!

Se vuoi sapere come aprire un’attività in franchising ho pubblicato un corso online totalmente gratuito che insegna ai futuri affiliati tutto quello che devono sapere sul franchising e sulla trattativa con il brand.

Il corso gratuito lo trovi qui

Se invece sei interessato a sviluppare una tua rete franchising, proprio come ho fatto io con i miei marchi, puoi chiedermi una consulenza personalizzata contattandomi a questo link

Gerardo Taglianetti

Gerardo Taglianetti

Sono un franchisor fondatore dei marchi Phonup e Matassa, nati con passione italiana ma con una visione internazionale.
Ho deciso di condividere la mia esperienza sul franchising e sul retail con tutti quelli che vogliono entrare in questo mondo come imprenditori, sperando di poter aiutarne qualcuno ad evitare tutti quegli errori che ho commesso io durante il mio cammino.
View all posts

Add comment

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Gerardo Taglianetti

Sono un franchisor fondatore dei marchi Phonup e Matassa, nati con passione italiana ma con una visione internazionale.
Ho deciso di condividere la mia esperienza sul franchising e sul retail con tutti quelli che vogliono entrare in questo mondo come imprenditori, sperando di poter aiutarne qualcuno ad evitare tutti quegli errori che ho commesso io durante il mio cammino.